Visite al sito:1103748
 
  • Nueva Colombia Noticias llega a Colombia
     
  • No es ideología, son derechos
     
  • "La Paz llegó para quedarse"
     
  • Banda Bassotti: omaggio ad Alfonso Cano
     
  • Nuestra arma será la palabra
     
  • ¡Se acabó la guerra, vamos todos y todas a construir la paz!
     
  • ¡Ganamos la Paz!
     

Guarda altri video

22/10 - RINVIATO A GIUDIZIO SANTIAGO URIBE

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa




La Corte Suprema di Giustizia colombiana ha rinviato a giudizio Santiago Uribe, fratello del narco ex presidente Álvaro Uribe Vélez, con l'accusa di concorso a delinquere aggravato e omicidio aggravato, nell'ambito dell'inchiesta relativa al gruppo paramilitare dei “Dodici Apostoli” e dell'omicidio di Camilo Barrientos Durán.
A metà degli anni ‘90 Santiago Uribe aveva fondato e diretto il gruppo paramilitare antioqueño, con l'intento di “eliminare” presunti
collaboratori della guerriglia (leggasi oppositori politici e difensori dei diritti umani) nella regione,  di lì a breve governata dal fratello (già sindaco di Medellín).
L'omicidio di Camilo Barrientos fu organizzato nel 1994 dai paramilitari di Uribe  con la complicità di ufficiali e agenti di polizia, nell'ambito della strategia della cosiddetta “pulizia sociale”, vale a dire il sistematico sterminio -in ambito principalmente urbano- di soggetti sociali marginalizzati ed in chiave controinsorgente.
Anche se  i crimini del clan Uribe vengono finalmente perseguiti, il terrorismo di Stato in Colombia non si arresta; e le pratiche di omicidi selettivi continuano imperterrite in tutto il paese, nonostante le liturgie di pace del governo Santos.

Tuttavia, avverte la guerriglia, “si rende necessario accordare nuove misure che approfondiscano e consolidino questo processo di riduzione di intensità del conflitto, affinché sia ogni volta più remota la possibilità che questo sforzo possa essere vanificato”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Altri Clamori dalla Colombia...