Visite al sito:1119044
 
  • Nueva Colombia Noticias llega a Colombia
     
  • No es ideología, son derechos
     
  • "La Paz llegó para quedarse"
     
  • Banda Bassotti: omaggio ad Alfonso Cano
     
  • Nuestra arma será la palabra
     
  • ¡Se acabó la guerra, vamos todos y todas a construir la paz!
     
  • ¡Ganamos la Paz!
     

Guarda altri video

18/12 - LETTERA APERTA DELL'UNIONE PATRIOTTICA AL COMITATO DEL NOBEL

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa




Attraverso una Lettera Aperta al comitato del Nobel, in rappresentanza di vittime e sopravvissuti al genocidio dell' Unione Patriottica (UP), questa organizzazione ha manifestato la propria preoccupazione per il discorso di Santos all'atto di ricevere il Nobel per la Pace.
In tale circostanza, Santos ha ignorato scandalosamente le vittime del terrorismo di Stato; non una parola sui falsi positivi che sono costati la vita a migliaia di giovani massacrati da esponenti delle Forze Armate, né dello sterminio
della UP, o degli altri crimini di Stato commessi.
Cosa che in fondo non stupisce, poiché egli appartiene ad una famiglia oligarchica che, di tali crimini, è storicamente mandante e complice.
Il premio Nobel a Santos è stato funzionale ad una narrazione che vuole questo oligarca come impegnato nella causa della Pace; tuttavia, la storia della sua famiglia, la sua storia personale e anche gli avvenimenti degli ultimi tempi dimostrano che non solo tale premio è assolutamente immeritato, ma anche che, al di là di alcune dichiarazione formali, Santos non ha alcuna intenzione di riconoscere le responsabilità dello Stato sul paramilitarismo e la guerra.

Tuttavia, avverte la guerriglia, “si rende necessario accordare nuove misure che approfondiscano e consolidino questo processo di riduzione di intensità del conflitto, affinché sia ogni volta più remota la possibilità che questo sforzo possa essere vanificato”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Altri Clamori dalla Colombia...